Accoglienza e integrazione degli alunni diversamente abili
 
La nostra scuola garantisce l’accesso e l’integrazione degli alunni disabili che facciano domanda di iscrizione, attuando negli anni un progetto globale di inserimento ed integrazione degli alunni con disabilità e realizzando nello spirito e nella lettera quanto espresso dalla normativa vigente: dalla legge 104/92 alle Linee Guida per l’integrazione Scolastica degli Alunni con disabilità 08/2009. Dall’anno scolastico 2012-2013 il Collegio dei docenti del Liceo Classico ha deciso di inserire il sostegno e l’accoglienza dei diversamente abili tra le funzioni strumentali al P.O.F. di Istituto, per offrire loro in maniera cogente più visibilità e rilievo. Manifestando apertamente la disponibilità della scuola alla formazione e valorizzazione della persona nei suoi molteplici aspetti. La differenziazione e la personalizzazione degli interventi vengono attuati in ragione dei bisogni educativi speciali ed in funzione di reali forme di integrazione, garantendo:
• ritmi di apprendimento più distesi
• utilizzo di metodologie specifiche e innovative nel rispetto delle differenze personali
• promozione del senso di comunità nella scuola
• maggiori opportunità di successo e la valorizzazione delle capacità individuali
• flessibilità didattica ed organizzativa per assicurare un continuo processo di cambiamento secondo le necessità

Azioni

Il Liceo Classico Galluppi opera per:
1.  Assicurare l’effettività del diritto allo studio dell’alunno con handicap, al quale l’integrazione giova non solo ai fini della socializzazione, ma anche dell’apprendimento e dello sviluppo della personalità (C.M. 262/88).
2. Soddisfare al meglio le esigenze differenziate degli alunni diversamente abili, con particolare attenzione al servizio scolastico, per favorire il diritto di crescere con i loro pari ed esprimere al meglio le proprie potenzialità.

I Percorsi Didattici Possibili

Il Consiglio di Classe insieme alla famiglia dello studente con disabilità definisce in alternativa due possibili percorsi didattici-formativi:
• PEP (Piano educativo personalizzato) al fine di raggiungere gli obiettivi didattici previsti dai programmi ministeriali, che sono riconosciuti come risultati compatibili con le caratteristiche cognitive dell’alunno. E’ possibile prevedere una modifica o una riduzione dei contenuti affrontati, purché ciò non determini digressione nel raggiungimento degli obiettivi previsti dal curricolo in termini di competenze finali.

• PEI (Piano educativo differenziato), intendendo, così, un percorso individuale proposto ad un alunno le cui competenze o caratteristiche psichiche siano tali da non consentire l’accesso ai contenuti definiti dai programmi ministeriali, per parte o tutte le discipline previste dal curricolo. L’esclusione dalla proposta disciplinare effettuata al resto della classe deve, comunque, essere considerata eccezionale, eventuale solo in caso di reale impossibilità a condividere larga parte del curriculo didattico.

Al termine del percorso di studi vengono rilasciate due tipologie di Certificazioni e Titoli:
Diploma di maturità, se la valutazione è uguale a quella degli altri studenti (P.E.P.)
Attestato di frequenza, se la valutazione è differenziata (P.E.I.)*ai sensi dell’art. 13 dell’O.M. n° 80 del 9/3/95 e art.4 O.M. 128 del 14/5/99. Costituisce comunque un credito formativo.

Modalità Operative

Il team degli insegnanti di sostegno annualmente:
• Aggiornano e stilano, in seno ai consigli di classe, la programmazione personalizzata (PEP/PEI), individuando i bisogni formativi degli alunni disabili dell’Istituto e programmando un intervento didattico per macro-aree
• Si occupano delle attività di orientamento specifiche per alunni disabili;
• Individuano i problemi più urgenti da risolvere per il benessere a scuola degli alunni diversamente abili, richiedendo i necessari interventi (acquisto materiale o attrezzature didattiche, ecc.);
• Si attivano in modo che l’esperienza scolastica si possa sviluppare secondo un percorso unitario, quanto più possibile in armonia con i ritmi di maturazione e di apprendimento propri del soggetto.

Obiettivi

• Incoraggiare l’integrazione scolastica attraverso lo sviluppo delle potenzialità dell’alunno disabile nella comunicazione, nelle relazioni, nella socializzazione.
• Promuovere il massimo di autonomia personale, sociale e negli apprendimenti.
• Favorire il raggiungimento di conoscenze e competenze di apprendimento in tutte le discipline
• Strutturare l’ambiente di apprendimento attraverso quelle facilitazioni che permettono all’alunno stesso di raggiungere i propri obiettivi.
• Costruire un percorso comune di intervento attraverso il quale ogni insegnante specializzato, coinvolto nel progetto, possa realmente supportare l’alunno in maniera specifica e mirata allo sviluppo di tutti gli aspetti della personalità dell’alunno stesso


Continuità con la Scuola Media di provenienza

In collaborazione con le scuole medie di provenienza si attuano progetti di orientamento in entrata, stabilendo i primi contatti con gli alunni quando essi frequentano ancora il secondo quadrimestre della classe terza media, allo scopo di esplicitare la tipologia e le aree di intervento possibili. Successivamente si attiveranno percorsi di accoglienza articolati in incontri con i docenti, la famiglia, l'alunno ed eventualmente gli operatori esterni interessati. Si avrà modo così di visitare gli spazi dell'istituto e l’alunno di familiarizzare con il nuovo ambiente scolastico.


Il referente, Prof. Stefanelli Andrea, è disponibile per ulteriori chiarimenti, appuntamenti e colloqui individuali alle famiglie interessate. Contattando la segreteria didattica della scuola al seguente n. 0961/726344 (Segreteria) oppure inviando una mail a: astefanelli75@libero.it

Liceo Classico Galluppi - Copyright © 2012 - Tutti i diritti riservati
Liceo Classico Galluppi di Catanzaro